Textus Associazione Culturale nasce nel 2013 a Pisa come progetto editoriale che, mettendo in discussione i canoni  stabiliti dei grandi classici, così come di autori contemporanei della letteratura, della filosofia e della cultura visiva, propone opere inedite, spesso già consacrate nel loro contesto d’origine, ma ancora sconosciute nell’ambito scientifico italiano o presso un pubblico più vasto.
Le sue principali aree culturali di interesse sono quella iberica – portoghese, spagnola, catalana e galega –  e quelle francese, italiana e tedesca.
In preparazione, fra i classici, i primi volumi delle Opere di Padre António Vieira [progetto internazionale «Vieira Global»], e, nell’ambito del pensiero contemporaneo, opere di Pierre Macherey, Miguel Abensour e Agostinho da Silva.
I membri dell’associazione sono ricercatori e professionisti provenienti da campi diversi (letteratura, filosofia, storia dell’arte e e mediazione artistica, design e comunicazione visiva).

Nel 2016 Textus affianca una propria linea di attività espositiva.
Il primo progetto è incentrato sulla figura del fotografo fiorentino Ferruccio Malandrini, tra i principali collezionisti italiani di fotografia storica, per anni collaboratore di Fratelli Alinari. Ne nasce la mostra ed il programma di incontri “Milano ’64 – Ferruccio Malandrini fotografo“, ospitata dalla Pinacoteca civica di Follonica a cura di Michele Fucich e Sandro Petri.
⇒ Milano ’64

Il secondo evento espositivo è “Erbario per i Giorni di Pioggia” mostra delle opere dell’architetto, incisore e scultore toscano Giancarlo Galeotti allestita al MAGMA – Museo delle Arti in Ghisa della Maremma di Follonica, a cura di Sandro Petri e Marica Pizzetti.
⇒ Erbario per i Giorni di Pioggia

La metà nascosta. Nuova fotografia italiana, tra realtà e verità” prosegue una linea di ricerca avviata dall’associazione intorno ai linguaggi della fotografia novecentesca e contemporanea, parte di un più ampio dialogo con il territorio e la realtà culturale maremmana da cui alcuni suoi membri provengono.

Annunci