Il programma di “La metà nascosta” propone incontri con gli autori in forma di talk  multidisciplinari e appuntamenu tematici che convocheranno voci diverse, dall’ambito artistico al terzo settore.

Sabato 18 febbraio, dalle ore 17.30
Pinacoteca civica, Follonica

Inaugurazione della mostra
con Masiar Pasquali (fotografo)
Giovanni Troilo (fotografo)
Antonio Carloni (direttore esecutivo festival Cortona on the Move)

La fotografia tra realtà e verità. Un incontro con i protagonisti della mostra e il direttore esecutivo di uno dei principali festival italiani dedicati al reportage.

Sabato 1 aprile, ore 17.30
Pinacoteca civica, Follonica

Il vicino Oriente
con Franco Cardini (storico e saggista)
Alessandro Agostinelli (Società Italiana dei Viaggiatori)

Franco Cardini è uno dei più importanti storici italiani, professore emerito di Storia medievale nell’Istituto Italiano di Scienze Umane, Directeur d’Études nell’EHESS di Parigi e Fellow della Harvard University.
Dirige il Centro di Studi sulle Arti e le Culture dell’Oriente dell’Università Internazionale dell’Arte di Firenze.
Sarà in dialogo con il presidente della Società Italiana dei Viaggiatori, Alessandro Agostinelli.

⇒ Franco Cardini
⇒ Società Italiana dei Viaggiatori

Venerdì 21 aprile, ore 17.00
CPIA, Centro Provinciale per l’Istruzione degli Adulti– viale Europa 20, Follonica

Raccontare per conoscersi
Un incontro tra scuole, comunità dei migranti, richiedenti asilo, associazioni, cittadini per informarsi e conoscersi

Nella sede del CPIA – Centro Provinciale per l’Istruzione degli Adulti di Follonica, “La metà nascosta” insieme al Comune di Follonica, CPIA, Conferenza dell’Istruzione Colline Metallifere, Commissione Intercultura propongono un pomeriggio di approfondimento sulle tematiche dell’accoglienza e dell’integrazione nel territorio di Follonica e delle Colline Metallifere.
Saranno protagonisti degli interventi le comunità locali (Comune di Follonica, Conferenza dell’istruzione Colline Metallifere, COeSo, Associazione “Partecipazione e sviluppo”, Arcobaleno Cooperativa), le comunità dei migranti (comunità musulmana, comunità senegalese, richiedenti asilo), le associazioni che stanno sviluppando progetti in merito.

Sabato 22 aprile, ore 17.30
Pinacoteca civica, Follonica

Ri-Generazioni
Matilde Cassani (architetto)
Associazione culturale Chì-na (architetti e operatori culturali)
e il contributo video di Nicolò Degiorgis (fotografo, autore di Hidden Islam)

Prato e la comunità cinese: un “laboratorio” di buone pratiche di integrazione culturale
Un dialogo con Matilde Cassani, architetto e l’Associazione culturale Chì-na. Il punto di incontro è la comunità cinese di Prato, prima città italiana per cittadinanza cinese (il 20% degli abitanti) e terza in Europa dopo Parigi e Londra.

Chì-na è un collettivo di giovani architetti e operatori culturali che dal 2014 lavorano con progetti di rigenerazione e inclusione sociale nel quartiere cinese di Prato, dove loro stessi hanno sede.
Matilde Cassani e Chì-na hanno collaborato in occasione della Triennale di Architettura di Oslo per un progetto di integrazione culturale tra le due comunità, cinese e pratese.
Nicolò Degiorgis e Matilde Cassani usano la fotografia come strumento di ricerca per documentare i processi di trasformazione “spontanea” di spazi la cui funzione è mutata per ospitare luoghi comunitari di culto e di preghiera.

⇒ Matilde Cassani
⇒ Associazione Chì-Na
⇒ Nicolò Degiorgisi

Annunci