Questo slideshow richiede JavaScript.

In Italia il diritto di culto senza discriminazioni è contenuto nella Costituzione. In un paese di 1,35 milioni di musulmani si contano ancora oggi solo otto moschee ufficiali. L’Islam, nonostante sia la seconda più grande religione dopo il Cattolicesimo, non è ancora formalmente riconosciuto.

La carenza di luoghi di preghiera è particolarmente forte nel Nord Est, a causa della Lega Nord, che da sempre conduce la sua campagna elettorale su un programma anti-islamico. La popolazione musulmana ha così accumulato un grande numero di luoghi di preghiera improvvisati, come garages, negozi, magazzini e vecchie fabbriche. Negli ultimi cinque anni, Nicolò Degiorgis ha esplorato e fotografato questa caratteristica unica della regione.

Degiorgis fornisce uno sguardo affascinante su un mondo ancora impenetrato e lascia le conclusioni di questo progetto interamente nelle nostre mani.

Martin Parr

C’è ancora un aspetto conoscitivo della fotografia che non va assolutamente dato per scontato: anche se in questi anni l’esplosione e invasione della comunicazione – quella manipolata e manipolante, la finta comunicazione – ne ha reso incerto lo statuto e l’ha spesso relegata alla conferma del noto o alle disavventure dell’arte, questo non vuol dire che essa non possa essere usata per la perlustrazione del non-noto, degli angoli bui della società e di tutto quanto non vogliamo vedere anche se sarebbe nostro dovere vedere.

Alla fine non possiamo più dire di non sapere; (Hidden Islam) ci invita a prendere la questione nelle nostre mani, secondo coscienza.

Goffredo Fofi

NICOLÒ DEGIORGIS

. . .

⇒ Goffredo Fofi su Hidden Islam (Il Sole 24 Ore)

⇒ Hidden Islam su Flash Art

⇒ Hidden Islam su Time.com

⇒ Hidden Islam su The Guardian